Share
Produzione

Come si riduce l’impatto ambientale dei processi produttivi mantenendo elevati livelli di efficienza?

Attraverso lo studio e l’applicazione continua di soluzioni migliorative dell’impatto ambientale perfettamente integrate nei processi produttivi

Puntiamo a far sì che gli stabilimenti di Cermenate e Quimper, tra i primi in Europa per capacità produttiva, siano anche considerati delle best practice in tema di riduzione degli impatti ambientali.

I nostri stabilimenti produttivi sono certificati ISO 14001 e il nostro impegno, espresso nella Politica Ambientale, è rivolto al miglioramento degli impatti. In particolare, riguarda le emissioni di gas serra, i consumi energetici e idrici, la produzione e il riciclo dei rifiuti e i materiali utilizzati per il packaging dei prodotti.

Gestione delle emissioni

Nell’ultimo quadriennio, abbiamo prestato molta attenzione al tema del controllo delle emissioni di gas serra, sia nei nostri stabilimenti produttivi, sia negli uffici, non dimenticando le emissioni dovute alla flotta di pescherecci attiva in Francia per Saupiquet.

Saupiquet è proprietaria di tre navi Purse Seiner, le navi battono quindi bandiera francese e pescano tonno in oceano Atlantico.  Ogni anno un ente di certificazione rilascia un certificato di conformità per ogni nave basato sul rispetto di criteri che riguardano: la prevenzione dell'inquinamento atmosferico, dell'inquinamento da idrocarburi e delle acque reflue.

Siamo impegnati a ridurre anche le emissioni di gas prodotte nella fase di trasporto e distribuzione dei prodotti finiti.

  • Maggiore efficienza grazie ai viaggi a pieno carico e alla programmazione delle spedizioni
  • Collaborazione di filiera con i sistemi di co-trucking che consistono nel trasportare le nostre merci insieme a quelle di altre aziende e l’utilizzo di mezzi con una capacità di carico del 15% più elevata rispetto ai camion tradizionali
  • Ammodernamento dei veicoli, chiedendo ai fornitori di privilegiare l’utilizzo di mezzi meno inquinanti quali gli Euro 5 e 6

Emissioni per trasporto prodotti2014201520162017
kg CO2eq/ton23,523,223,021,1

Consumi energetici

I consumi energetici degli stabilimenti sono direttamente correlati ai volumi prodotti giornalmente, alle tecniche produttive adottate e alle condizioni climatiche per questo motivo il processo di efficientamento energetico è continuo.

Dal 2011, il nostro stabilimento di Cermenate si approvvigiona al 100% di energia elettrica ottenuta da fonti rinnovabili, in particolare idroelettrica. Nei prossimi anni, ci aspettiamo di raggiungere lo stesso risultato anche a Quimper.

Consumi energetici Cermenate (GJ)*

Consumi energetici Quimper (GJ)**

*Dati relativi ai consumi del solo stabilimento di Cermenate, certificati come provenienti da fonti rinnovabili.

** I dati non includono i consumi del 2014 della sede italiana di Bolton Food a Milano e della sede francese di Courbevoie, dove hanno sede gli uffici. Il dato rappresenta tuttavia una frazione minima rispetto ai consumi degli stabilimenti.

Consumi idrici

I nostri consumi idrici sono legati alle attività di scongelamento dei filetti e di sterilizzazione e supportano il funzionamento e la pulizia degli impianti produttivi. Nel corso degli ultimi 4 anni, l’efficientamento delle linee di produzione ha portato ad una riduzione dei consumi idrici per tonnellata di prodotto del 10%, passando da 13,91 m3/ton a 11,82 m3/ton.

Consumi idrici (m3) per tonnellata di prodotto*

* Dati relativi agli stabilimenti di Cermenate e Saupiquet.

Per quanto concerne, invece, le acque reflue, queste vengono trattate attraverso appositi impianti interni allo stabilimento. Una volta depurate vengono reimmesse nel bacino idrico del territorio, nel caso di Cermenate, e nella rete idrica urbana nel caso di Quimper. In quest’ultimo caso le acque vengono sottoposte ad un pre-trattamento all’interno della centrale idrica di Quimper; sono poi immesse nella rete cittadina delle acque reflue destinate a ulteriori stadi depurativi a cura dell’Ente gestore della rete idrica.

Gestione dei rifiuti

Bolton Food si distingue per l’attenta gestione dei rifiuti, dato che circa il 99% delle 7.305 tonnellate di rifiuti prodotti tra gli stabilimenti di Cermenate e Quimper e la flotta di Saupiquet nel 2017 sono state avviate a operazioni di riciclo e recupero presso impianti autorizzati. In particolare, i rifiuti legati al packaging utilizzato nella nostra attività produttiva, come carta, cartone, plastica, legno e metalli vengono interamente destinati al riciclo o al riuso.

Rifiuti pericolosi e non pericolosi (%)

Per saperne di più

Sostenibilità del packaging

Per il packaging dei nostri prodotti finiti ci riforniamo principalmente di cartone, banda stagnata e alluminio. Coerentemente con l’aumento dei volumi di produzione i consumi di queste materie prime sono aumentati nel corso degli ultimi anni, ma è anche aumentata la percentuale di materie prime provenienti da materiali di riciclo.

Packaging

packaging

Tipologia di packagingPercentuale di materie prime riciclate (2017)
Materiali principaliCarta e cartone81%
Banda stagnata35%
Alluminio40%
Materiali usati
in modo marginale
Legno0%
Plastica0%
Vetro32%

In collaborazione con i nostri fornitori, abbiamo lavorato sull’aumento della riciclabilità di questi materiali.

Negli ultimi due anni gli interventi di riduzione dello spessore dei materiali di imballaggio ci hanno consentito di risparmiare complessivamente circa 290 tonnellate di alluminio e banda stagnata, pari al peso di circa 240 utilitarie.

La confezione di un prodotto è il veicolo più immediato tramite cui trasmettere informazioni su cui spesso sono basate le decisioni di acquisto dei consumatori.

Per questo siamo impegnati a comunicare attraverso le nostre confezioni in maniera chiara ed efficace gli ingredienti contenuti nei nostri prodotti e le loro proprietà nutrizionali. Nel 2018, inizieremo ad inserire su tutte le confezioni dei nostri prodotti a base di tonno anche le informazioni legate all’oceano di pesca, all’area FAO e al metodo di pesca, ad oggi reperibili compilando la richiesta di tracciabilità sui nostri siti web.